Home Attività
Die Magier von Salador
Lotta all'inquianamento MDB PDF Stampa E-mail
Indice
Lotta all'inquianamento MDB
Come combatterlo
Tipi di lampade
Tutte le pagine

INQUINAMENTO LUMINOSO: COS'È?

Inquinamento luminoso prodotto dall'agglomerato urbano di Pescara e Chieti.

Da diversi anni si parla molto spesso di inquinamento ambientale, tutti si rendono conto che è divenuto un grosso problema ma nessuno, a parte chiaramente gli ambientalisti, si preoccupa veramente della questione e si chiede se e come potrà essere affrontata e risolta. Per il comune cittadino inquinamento equivale a mare sporco, aria irrespirabile, terra avvelenata o al limite rumori fastidiosi per l’udito. In realtà esiste anche un’altra forma di inquinamento ambientale a primo approccio di secondaria importanza, l’inquinamento luminoso.

Se inquinare può voler significare alterare in modo sconveniente e dannoso per la salute dell’essere vivente l’ambiente in cui vive anche abbattere l’ambiente notturno in maniera sconsiderata con una illuminazione eccessiva e irrazionale equivale ad inquinare. Infatti i diretti danneggiati da una illuminazione scriteriata non sono solo gli astrofili che, anche se numerosi, alla fine rappresentano una più che esigua minoranza sacrificabile, ma l’intera collettività e ciò è facilmente dimostrabile se si tiene in conto una semplice e scontata riflessione. Produrre illuminazione ha un costo; più si illumina più si spende, non solo; più si illumina e più si inquina non solo il cielo, così caro agli astrofili, ma tutto l’ambiente per il semplice fatto che per produrre illuminazione bisogna produrre energia e qualsiasi forma di energia artificiale prodotta dall’uomo in maniera convenzionale contamina l’ambiente naturale, basta pensare alle centrali elettriche a carbone o petrolio per non parlare di quelle nucleari.

Non serve molto per limitare al minimo questo male inevitabile; basterebbe intanto che si progettassero solo impianti idonei ad illuminare la terra con il fascio luminoso diretto verso il basso, dove serve, con lampade specifiche e con i punti luce alla giusta distanza l’uno dall’altro e non solo con l’evidente scopo di mettere a giorno tutto lo spazio abitato o le strade cittadine (e anche di campagna e di montagna) per tutta la durata della notte in maniera da poter considerare tutto questo una conquista e una vittoria per la sconfitta del buio e delle tenebre, da sempre fonte di irrefrenabili inquietudini umane.

E’ stato di recente scoperto che anche le piante e gli animali vengono spiazzati dal crescente inquinamento luminoso che, come tutto l’inquinamento elettromagnetico, crea scompenso nei loro bioritmi naturali.

Non sottovalutiamo il fenomeno e impegniamoci a responsabilizzare i politici e gli amministratori affinché riescano a riequilibrare tutti gli interessi in ballo a favore di un maggior rispetto per la natura, unica vera nostra ricchezza.

M.D.B.

Per saperne di più si consiglia la visione del sito di Cielo Buio.